top of page

Quay Light Group

Public·31 members

La Porta Rossa S03e07


Ben presto Leonardo intuisce che solo uno dei suoi colleghi può averlo tradito e che quindi in questura c'è una talpa che passa informazioni alla malavita. Tutti i colleghi di Leonardo sono potenziali sospetti in quanto hanno qualcosa da nascondere. Altri possibili sospetti sono il magistrato Antonio Piras, collega di Anna, da sempre innamorato di lei e che mal sopporta Leonardo (peraltro ricambiato) e lo stesso padre di Anna, Elvio, che non ha mai avallato la scelta della figlia di sposarsi con il commissario.




La Porta Rossa s03e07


Download Zip: https://www.google.com/url?q=https%3A%2F%2Fmiimms.com%2F2ufSgD&sa=D&sntz=1&usg=AOvVaw339VxmV0z29j3gzJaO-Lb3



Il commissario Leonardo Cagliostro indaga sulla morte della giovane Ambra Raspadori, deceduta a causa di un'overdose da Red Ghost, una nuova terribile droga sintetica che circola a Trieste. Cagliostro è sposato con il magistrato Anna Mayer; nonostante i due si amino profondamente, le tensioni lavorative e i sospetti reciproci hanno portato i due a separarsi.


Vanessa e Cagliostro iniziano a conoscersi e a sviluppare il loro rapporto. Cagliostro, cresciuto in una casa famiglia senza aver mai conosciuto i suoi genitori, si immedesima in Vanessa, i cui genitori sono morti in un incendio. Vanessa ha una storia con Raffaele Gherardi, rampollo di una famiglia della città-bene, ma ben presto la ragazza realizzerà di essere molto distante caratterialmente da lui. Il suo chiudersi in sé stessa a causa del rapporto con Cagliostro che non può rivelare la porta ad accorgersi e ad avvicinarsi a Filip, un suo compagno di classe molto introverso, che saprà comprenderla, aiutandola anche a scoprire la verità su sua madre Eleonora. La donna infatti non è deceduta in un incendio, ma ha abbandonato la figlia per proteggerla in quanto anche lei è una medium ed è perseguitata per questo, affidandola a sua sorella Stefania che lavora come conducente di autobus e non ha nessun potere medianico. Eleonora, appreso che anche Vanessa ha i suoi poteri, tornerà a Trieste nel tentativo di riavvicinarsi alla figlia.


Le indagini portano alla "Confraternita della Fenice", i cui membri, tutti appartenenti all'alta società di Trieste, in passato si erano arricchiti con il contrabbando ma, durante un traffico illegale di orfani da ricollocare presso famiglie italiane, i bambini morirono a causa di una fuga di gas e tutti i membri della "Fenice" dovettero insabbiare il fatto. Tra i membri della "Fenice" figurano don Giulio (ex comandante della nave che aveva trasportato gli orfani), Enrico Silvestrin, editore invalido, il figlio Matteo, il procuratore Vittorio Alessi e Patrizia Durante, la madre di Raffaele Gherardi.


Jonas, risvegliatosi dopo oltre 30 anni di coma, viene accudito dall'ex fidanzata Silvia Pess: Cagliostro scoprirà che Jonas e Silvia sono i suoi genitori. La storia tra Vanessa e Filip entra in crisi: il ragazzo si sente minacciato dal legame che unisce Cagliostro e Vanessa e si allontana da lei. Eleonora, dopo aver aperto un bar, assume un misterioso ragazzo di nome Federico, che rivela a Vanessa di essere pure lui un medium. Federico spiega a Vanessa che Cagliostro è il suo "spirito ombra" e che tra loro ci deve essere un legame antecedente alla morte del commissario, che però resta ignoto. Vanessa capisce inoltre di poter esercitare potere sul suo spirito ombra. Eleonora è perseguitata dallo spirito di Alessandro, il suo defunto ex fidanzato che causò l'incendio dove morì il padre di Vanessa, ma alla fine Eleonora, grazie all'aiuto di Cagliostro, permette ad Alessandro di attraversare la porta.


Cagliostro capirà che la persona che in passato sparò al padre è la stessa che ha ucciso Brezigar e Rambelli. Trent'anni prima Jonas, su richiesta di Rambelli, aveva rubato in una banca delle cassette di sicurezza, fra cui quella del procuratore Alessi, al cui interno era custodito un libro, I misteri del Conte di Cagliostro, che altro non era che il libro mastro dove erano annotati i nomi dei membri della Fenice e tutti i loro traffici. La fidanzata di Jonas, Silvia, era incinta di Cagliostro e al culmine di un litigio conseguente alla rapina, spara a Jonas mandandolo in coma. Una volta partorito, Silvia aveva affidato Leonardo a Rambelli che lo aveva portato in orfanotrofio. Pertanto, solo Rambelli era a conoscenza del fatto che Silvia aveva sparato a Jonas e per questo la ricattava tramite Brezigar. Silvia, stufa dei ricatti, uccide Brezigar e poi anche Rambelli, rubandogli il libro mastro, che Rambelli aveva usato a suo vantaggio durante il processo per far capire ai membri della Fenice di essere a conoscenza dei loro segreti, ottenendo in cambio l'assoluzione.


Cagliostro capisce che, rimanendo nel mondo dei vivi, ha causato gli eventi delle sue visioni, mettendo in pericolo Anna e la loro bambina, quindi decide di attraversare la porta, ma Vanessa, determinata a comprendere il legame che la unisce a Cagliostro, non glielo permette. Federico convince Vanessa a lasciare Trieste con lui per cercare altri medium, ma quello che la giovane Rosic ignora è che Federico è entrato nella sua vita per conto di terzi, e che probabilmente qualcuno vorrà usare i suoi poteri.


Eleonora cerca di convincere Cagliostro a parlare con Vanessa perché pensa che nel Centro studi frequentato dalla ragazza succedano cose poco chiare, ma Cagliostro (ancora ferito dal comportamento di Vanessa che gli ha impedito di passare la porta rossa tre anni prima) si rifiuta. Eleonora allora si introduce di nascosto nel Centro studi il giorno della laurea della figlia per cercare delle prove a sostegno della sua tesi che possano convincere Cagliostro ad intervenire. Tornando a casa, Eleonora muore in un incidente stradale mentre Cagliostro assiste alla scena dopo aver avuto una delle sue solite visioni. Eleonora attraversa la Porta Rossa senza dare spiegazioni a Cagliostro.


Durante un concerto rock offerto alla cittadinanza dalla società che gestisce la centrale elettrica, la polizia teme che si verifichino incidenti e sorveglia attentamente Muric sperando fare una retata. Anna scopre qualcosa e si allontana dal concerto per riferire i suoi sospetti telefonicamente a Paoletto, ma viene coinvolta in un'esplosione e muore senza fare in tempo a rivelare la sua scoperta. Anna attraversa la Porta Rossa senza dire niente a Cagliostro; prima di morire si toglie dal collo il portafortuna regalatole da Leonardo, ovvero il proiettile che quasi lo aveva ucciso nella sua prima indagine, quando ancora non era entrato in Polizia. In quell'occasione, Leonardo aveva scoperto uno spaccio di droga nella casa famiglia dove viveva ed era intervenuto per fermare lo spacciatore, rimanendo gravemente ferito. L'unico particolare che si ricordava e che aveva confidato ad Anna durante l'ennesimo litigio di fronte al giudice in occasione della separazione era un giubbotto di pelle con un geco rosso sulla schiena. 041b061a72


About

Welcome to the group! You can connect with other members, ge...
bottom of page